Get Adobe Flash player

Libri

Ogni pezzo di vita vissuta in prima persona, da qualcuno accanto a me o creato dalla fantasia… “pezzi di noi”. È un viaggio nelle emozioni. Il libro è un invito a fare un grande respiro, rallentare, assaporare la vita, fare una passeggiata in bicicletta in una bella giornata di sole, guardando il mondo che scorre intorno.

 

Le prime testate e le cronache dell’inzio del secolo scorso, le connessioni con il regime fascista, i disordinati modelli del dopoguerra, rivivono attraverso un lungo viaggio nel mondo inesplorato del giornalismo sportivo di ieri.

I contrasti tra le due principali “scuole”, quella lirica e quella realistica, le contraddizioni delle pagine settoriali dei grandi fogli d’informazione, il corporativismo di quotidiani specializzati, il disimpegno dei “mezzi busti” della TV e le voci più familiari della radio, ci riportano alle vicende dei nostri giorni.

L’utopia dell’ummita

Autore: Antonio Pappalardo
Genere: Narrativa
ISBN:
Pagine: 544 |

PREORDINE - La spedizione sarà effettuata a partire dal 6 luglio 2020

Prezzo: € 29,00

 

 

Sinossi
Il romanzo ha un merito indiscutibile: quello di farci riflettere ed elaborare un nostro pensiero sui destini della Terra. Ha un carattere escatologico ed esoterico che affascina, come difficilmente si trova nella narrativa di oggi, ed ha, sostanzialmente, l’impianto di un gioco, con le sue regole e le sue visioni, ma un gioco maledettamente serio e complicato dove la posta in palio è la felicità dell’uomo… Nulla è accaduto nella storia dell’uomo.

Antonio Pappalardo
nato a Palermo il 25 giugno 1946, è un politico, militare e sindacalista italiano, nonché compositore e scrittore. Generale dei Carabinieri in pensione, il suo ultimo incarico nel 2004-2005 è stato quello di Capo di Stato Maggiore della Divisione Unità Specializzate Carabinieri.

Il tuo castigo o
il tuo perdono:
Cosa è meglio
per l’uomo?
…qui o
altrove
qualcosa vorrei
ci fosse,
qualcosa…
Se un più
o un meno,
al punto in cui siamo
non conta.

Poesie di Maria Nivea Zagarella

Versi minimi

 

Con Ritrovare la Voce veniamo catapultati davanti all’orrore della morte di quello che, fino a ieri, credevamo fosse un grande amore. Con Ritrovare la Voce veniamo fagocitati dentro lo sbigottimento di una perdita, il completo collasso di tutte le nostre certezze. Con Ritrovare la Voce Damiana Spadaro dà voce, forza e potenza alla domanda “Ho urlato?” o, altrimenti parafrasato, “Ho fatto sentire la mia voce al mondo?” Comprendendo come la serenità non sia altro che l’altra faccia di una lacrima, la Spadaro dona al lettore la voglia di ricominciare, il desiderio di tornare a sognare, la brama di respirare, di volare, di amare.

 

Oggetti nel carrello
Il carrello è vuoto
Spedizione gratuita in tutta Italia
Fans